Sicurezza sul lavoro: l’importanza della verifica dell’idoneità tecnico professionale dell’appaltatore

In questo articolo parleremo di sicurezza sul lavoro, di idoneità tecnico professionale, del Piano Operativo di sicurezza e aspetti connessi alla prevenzione degli infortuni. In particolare tratteremo le responsabilità di chi affida il lavoro, il committente, che nel caso esaminato può essere identificato come proprietario o amministratore dello stabile.

Non verificare l’idoneità tecnico professionale di un appaltatore sia lavoratore autonomo o impresa, può rivelarsi fatale e drammatica in caso di infortunio sul lavoro.

La Cassazione Penale Sezione III con sentenza n. 29068 del 3 luglio 2019 ha rigettato un ricorso di un amministratore di condominio contro una sentenza della Corte di Appello che contestandogli il reato di cui all’art 589 CP, lo condannava alla pena di un anno e quattro mesi e al risarcimento dei danni alle parti civili per la morte di un appaltatore durante i lavori di manutenzione all’interno del condominio.

La vicenda:
L’assemblea di condominio affidava i lavori di rifacimento della facciata dello stabile ad una impresa edile visto l’offerta economica vantaggiosa.
Durante l’allestimento del ponteggio da utilizzarsi per operare in quota, un lavoratore precipitava da una altezza fra il secondo e il terzo piano e moriva per le ferite riportate.

L’amministratore del condominio ( committente ) , durante le varie fasi del giudizio si difendeva affermando che l’impresa incaricata aveva cominciato i lavori senza un contratto firmato, senza avvisarlo e non inviandogli alcuni documenti fra cui il POS Piano operativo di sicurezza.


Nella disamina delle prove e dei testimoni i giudici rilevavano che:

  1. l’offerta dell’impresa era stata approvata dall’assemblea condominiale
  2. l’approvazione era stata comunicata verbalmente all’impresa
  3. che l’amministratore si era subito attivato per predisporre le ricevute di spese relative a tali lavori da ripartire tra i condomini
  4. che l’amministratore aveva visto i dipendenti dell’impresa appaltatrice allestire il ponteggio nello stabile senza obiettare alcunché

In base a questi elementi la corte contestava all’imputato:

  1. culpa in eligendo per aver affidato i lavori a impresa priva dei requisiti di affidabilità e capacità tecnico organizzativa,
  2. culpa in vigilando per aver omesso di vigilare sulla predisposizione da parte della ditta appaltatrice di adeguate misure di sicurezza.

I vari gradi di giudizio confermavano la sentenza di condanna.

 

Basta richiedere Visura camerale e Durc per qualificare l’appaltatore?

L’autocertificazione di avere i requisiti da parte dell’appaltatore basta al committente (colui che commissiona un lavoro) per scaricarsi responsabilità?

La risposta è NO!

La normativa in tema di sicurezza sul lavoro, in particolare l’art 26 del d.lgs. 81.2008 parla di verifica, ovvero il controllo che l’appaltatore abbia le competenze, le capacità, i mezzi tecnici indispensabili per l’esecuzione dell’opera.

In ultimo la vigilanza sul campo, ovvero nei luoghi di lavoro, dell’operato dell’appaltatore è l’ultimo anello indispensabile per rendere effettive le misure di prevenzione e aumentare di conseguenza la sicurezza sui luoghi di lavoro.

I documenti da richiedere per verificare l’idoneità tecnico professionale dell’appaltatore sono i seguenti:

  1. DURC
  2. CCIAA
  3. Autocertificazione di aver i requisiti art. 14
  4. Piano Operativo di sicurezza
  5. Estratto della Valutazione dei Rischi relativo ai lavori che l’appaltatore andrà ad eseguire
  6. Elenco attrezzature utilizzate
  7. Certificazioni relative alle attrezzature utilizzate
  8. Elenco dei lavoratori che interverranno in cantiere
  9. Idoneità Medica dei lavoratori che interverranno in cantiere
  10. Nominativo del Preposto che sovraintenderà i lavori
  11. Attestati Formazione dei lavoratori che interverranno in cantiere
  12. Piano di emergenza

Un’azienda organizzata non avrà alcun problema inviarVi in anticipo i documenti sopramenzionati. In caso contrario avete il biglietto da visita dell’appaltatore.

Grillo Sicurezza è a vostra disposizione per accompagnarvi in tutte le procedure di verifica dell’idoneità dell’appaltatore.
La nostra organizzazione può eseguire tutte le procedure per qualificare il vostro fornitore.
A richiesta, formiamo le aziende per valutare in autonomia la qualificazione dei fornitori, costruendo insieme a Voi le procedure più appropriate per le esigenze specifiche.

Contattateci per informazioni, saremo felici di darvi il nostro supporto.

 

Grillo Pier Felice

10 Settembre 2019

Sicurezza sul lavoro: l’importanza della verifica dell’idoneità tecnico professionale dell’appaltatore

Sicurezza sul lavoro: l’importanza della verifica dell’idoneità tecnico professionale dell’appaltatore In questo articolo parleremo di sicurezza sul lavoro, di idoneità tecnico professionale, del Piano […]