Effetto Dunning Kruger

Quando l’ignoranza e la supponenza trionfano sull’impegno, sulla competenza e abilità.

“Nulla al mondo è più pericoloso che un’ignoranza sincera ed una stupidità coscienziosa”
Martin Luther King

Capita sempre più frequentemente di notare la presenza di persone che durante corsi o convegni iniziano a fare sfoggio del loro “sapere” facendo domande e mettendo in dubbio la professionalità del formatore. L’incontro con questi personaggi spesso produce un senso di frustrazione avvilente: i loro interventi non apportano nessun contributo all’argomento che si affronta. Si tratta di sfoghi, giudizi o sfoggio di nozioni parziali e spesso confuse lette su internet.

Ovviamente il relatore è a conoscenza dell’inutilità di questi commenti, ma la gestione dell’aula può essere complessa quando si incontra un individuo simile. Sovente queste persone sono affette da una distorsione cognitiva chiamata effetto Dunning Kruger. Questo le porta ad essere convinti di padroneggiare la materia di cui parlano, quando nella realtà hanno una conoscenza approssimativa, confusa e talvolta errata dell’argomento.

Come si può affrontare un’aula così difficile? L’utilizzo di buone domande può mettere in chiaro la persona che si ha davanti, sia per il relatore che per gli altri partecipanti. Testare il livello delle conoscenze dell’interlocutore permetterà a tutti di non rimanere spettatori di una sterile discussione.

Leggi la dispensa per conoscere meglio l’effetto Dunning Kruger.
Buona lettura

 

 

19 Gennaio 2021

Effetto Dunning Kruger

Effetto Dunning Kruger Quando l’ignoranza e la supponenza trionfano sull’impegno, sulla competenza e abilità. “Nulla al mondo è più pericoloso che un’ignoranza sincera ed […]